L’India entra in gioco nel Mar cinese meridionale

40

INDIA – New Delhi. La rapida modernizzazione della Marina cinese è percepita come una “grande preoccupazione”, ha detto il capo di Stato Maggiore della marina indiana, ammiraglio DK Joshi.

L’ammiraglio ha chiarito che l’India intende tutelare i propri interessi nella controversia sul Mar Cinese Meridionale, anche se ciò significasse l’invio di forze nella regione.

«La modernizzazione (della Marina cinese) è veramente impressionante … Si tratta in realtà di una delle principali cause di preoccupazione per noi, che dobbiamo continuamente valutare e elaborare le nostre possibilità e le nostre strategie», ha detto Joshi in una conferenza stampa.

Anche se la presenza dell’India in quella regione non è “molto frequente”, il suo interesse sta nella libera navigazione e nello sfruttamento delle risorse naturali sottomarine.

«Non che ci aspettiamo di essere in quelle acque molto molto spesso, ma sono coinvolti gli interessi nazionali».

«Tutti i paesi coinvolti sono del parere che devono essere risolte le questioni dalle parti interessate, in linea con il regime internazionale dell’Unclos (Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare