INDIA. Apertura ai privati per sviluppare il nucleare

35

L’India inviterà le aziende private a investire circa 26 miliardi di dollari nel settore dell’energia nucleare per aumentare la quantità di elettricità proveniente da fonti che non producono emissioni di anidride carbonica. 

Stando a Reuters, che cita fonti governative, questa è la prima volta che Nuova Delhi persegue investimenti privati nell’energia nucleare, fonte energetica che non emette carbonio e che contribuisce per meno del 2% alla produzione totale di elettricità dell’India. Il finanziamento aiuterebbe l’India a raggiungere l’obiettivo di far sì che il 50% della sua capacità di generazione elettrica installata utilizzi combustibili non fossili entro il 2030, rispetto all’attuale 42%. Lo sviluppo economico dell’India dipende anche dalla sua capacità di produrre energia “in proprio” senza doverla acquistare da fornitori esteri, perseguendo quindi le finaliste di Nuova Delhi di porsi come entità geopolitica autonoma. 

Il governo è in trattative con almeno cinque aziende private tra cui Reliance Industries, Tata Power, Adani Power e Vedanta Ltd per investire circa 440 miliardi di rupie, pari a 5,30 miliardi di dollari, ciascuno.

Il Dipartimento federale dell’energia atomica e la statale Nuclear Power Corp of India Ltd, Npcil, hanno tenuto una serie di incontri con le società private nell’ultimo anno sul piano di investimenti. 

Con un simile investimento, il governo spera di costruire 11.000 megawatt di nuova capacità di produzione di energia nucleare entro il 2040. Npcil possiede e gestisce l’attuale parco di centrali nucleari indiane, con una capacità di 7.500 Mw, e ha impegnato investimenti per altri 1.300 Mw.

Secondo Reuters, nel piano di finanziamento le società private effettueranno gli investimenti nelle centrali nucleari, acquisiranno terreni, acqua e intraprenderanno la costruzione nelle aree esterne al complesso dei reattori delle centrali.

Ma i diritti di costruire e gestire le stazioni e la loro gestione del carburante spetteranno a Npcil, come previsto dalla legge.

Si prevede che le società private trarranno profitto dalla vendita di elettricità della centrale e Npcil gestirà i progetti.

Maddalena Ingroia

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/