ILO: promuove Tashkent sul lavoro minorile

71

UZBEKISTAN – Tashkent. 03/11/14. Il rappresentante dell’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) ha elogiato l’Uzbekistan per il progresso nello sradicamento delle peggiori forme di lavoro minorile, riporta gazeta.uz citando AFP.

Harri Taliga, esperto del settore lavoro in Uzbekistan per l’ONU ha detto che quest’anno per la prima volta gli sforzi di monitoraggio nazionali hanno messo fine al ricorso al lavoro minorile nella raccolta del cotone. «Posso dire che or adiamo a un buon livello in Uzbekistan di monitoraggio sul lavoro minorile nella raccolta del cotone» – ha detto Taliga che ha partecipato al progetto di monitoraggio del governo. «La situazione sta migliorando» ha detto alla presentazione del rapporto in Uzbekistan avvenuta venerdì. Nel 2008, l’Uzbekistan ha ratificato la Convenzione dell’ILO relativa alla proibizione e l’azione immediata per l’eliminazione delle peggiori forme di lavoro minorile e adottato un Piano nazionale d’azione per l’attuazione della Convenzione. Quest’anno Uzbekistan sulla base delle raccomandazioni dell’ILO e la sua assistenza di esperti per condurre gli sforzi di monitoraggio nazionali per porre fine all’uso dei bambini sotto l’età di 18 anni nella raccolta del cotone. «Il Monitoraggio, tenutosi in Uzbekistan con l’assistenza tecnica dell’OIL, è stato una continuazione degli sforzi congiunti di Uzbekistan e l’ILO in questo settore, sforzi iniziati nel 2013» – ha detto Taliga. «Io personalmente appreso con piacere che molte delle raccomandazioni formulate lo scorso anno dopo il nostro monitoraggio congiunto sono già state attuatw quest’anno» – ha aggiunto. 

Secondo gli esperti, i risultati del monitoraggio nazionale saranno presto esaminati da esperti dell’ILO a Ginevra. Il gruppo di monitoraggio di quest’anno ha rivelato 49 casi dilaverò minorile, bambini sotto i 18 anni nei campi di cotone. Allo stesso tempo, la relazione sui risultati del monitoraggio, afferma che in 41 casi, i bambini hanno partecipato alla raccolta di cotone di propria iniziativa o su iniziativa dei genitori. Di conseguenza, un certo numero di agricoltori e amministratori universitari sono stati multati per un importo complessivo di 12 milioni, dice il rapporto. L’Uzbekistan è il quinto più grande esportatore di cotone nel mondo. Quest’anno (fine ottobre), il paese ha raccolto più di 3,4 milioni di tonnellate di cotone.