Il vicepresidente di Khasavyurt destituito

78

Salimkhan Djamaldinov, il vicepresidente dell’amministrazione di Khasavyurt nel Daghestan, è stato destituito dopo l’arresto del figlio avvenuto durante un’operazione speciale delle forze di polizia contro i militanti delle forze irregolari.

Il 9 agosto il presidente del Dagestan, Magomedsalam Magomedov, ha comunicato la destituzione di Djamaldinov dalla sua posizione di vicepresidente a causa della vicenda che ha coinvolto il figlio vista la politica avviata dal paese per combattere ogni forma di estremismo e di terrorismo e per evitare ogni associazione, anche indiretta, del governo con gli elementi criminali. Il presidente ha sostenuto tale azione comunicando la propria riserva nei confronti di Djamaldinov e di tutti coloro che non sono capaci di indirizzare i propri figli verso la via della giustizia e non hanno il coraggio di tagliare i legami quando questi stringono rapporti con la criminalità organizzata o con i gruppi terroristici.