Il Sud Africa tranquillizza gli investitori

35

SUD AFRICA-Johannesbourg. 28/09/13. Il Vice presidente del Sud Africa, Kgalema Motlanthe, è stato a Londra lunedì e martedì scorso con l’obiettivo di tranquillizzare gli investitori. 

A preoccupare, in tutto il mondo gli investitori, riuniti per l’occasione a Londra, sono gli scioperi nelle miniere che stanno creando non pochi problemi al Paese come il rallentamento della produzione, instabilità nel Paese. I lavoratori da tempo chiedono un aumento di stipendio e condizioni di lavoro migliori.

Gli scioperi hanno già evidenziato una diminuzione della circolazione della moneta estera nel Paese. I minerali in Sud Africa rappresentano il 40 per cento delle esportazioni e impiegano più di metà dei lavoratori del paese. Il Vice Presidente e la delegazione sud africana, hanno incontrato diversi gruppi di investitori, banchieri, gestori patrimoniali, analisti e le società minerarie. La delegazione ha approfittato della visita per evidenziare i progressi realizzati dal governo, sia con i sindacati che con il mondo imprenditoriale per stabilizzare il settore minerario sudafricano. 

Il Vice Presidente ha sottolineato che la situazione economica attuale, mostra quanto i sudafricani sono determinati a lavorare insieme e c’è una forte determinazione a usare il dialogo in maniera inclusiva, in maniera tale da mettere l’economia e, in particolare, il settore minerario su un percorso sostenibile che porta allo sviluppo e alla crescita. Il  Vice Presidente ha rassicurato gli investitori circa il fatto che il governo sudafricano in collaborazione con le parti sociali, farà tutto ciò che è legalmente permesso di stabilizzare e sviluppare il settore minerario.

Una promessa che va avandi da molti mesi senza arrivare fino ad ora una soluzione che soddisfi le parti.