Il Giappone e la minaccia nordcoreana

54

GIAPPONE – Tokyo. Tokyo e Washington hanno deciso, il 24 febbraio, di dispiegare il sistema radar  statunitense di allarme X-band in una base costiera della prefettura di Kyoto per rispondere ad un eventuale lancio di missili da parte della Corea del Nord.

Il sistema sarà installato presso la base della Self-Defense Air Force di Kyogamisaki nei pressi di Kyotango, a nord ovest di Kyoto, sulle coste del Mar del Giappone. L’accordo sul dispiegamento di un’unità radar supplementare è stato raggiunto durante i colloqui a Washington avvenuti il 22 febbraio tra il primo ministro Shinzo Abe e il presidente Barack Obama. Adesso è la vota dei contatti con le autorità locali. La X-band garantisce il tracciamento di precisione delle traiettorie dei missili balistici. I ripetuti lanci di simili missili da parte della Corea del Nord hanno spronato i governi giapponese e statunitense a rafforzare la loro difesa attiva. La base di Kyogamisaki è ritenuta il miglior sito possibile per monitorare eventuali lanci di missili dalla Corea del Nord perché si trova sulla punta della penisola di Tango. Il radar X-band è stato distribuito in Giappone nel giugno 2006, ed è situato presso la base  aeronautica di Shariki a Tsugaru, nella prefettura di Aomori, nel nord del Giappone.