10 miliardi di investimenti in Perù

102

PERU’ – Lima. 26/06/14. Il Perù si conferma attrattore di investimenti. È il quinto più grande destinatario di investimenti diretti esteri (IDE) in America Latina e nei Caraibi nel 2013. A ribadire l’appetibilità un rapporto pubblicato dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo (UNCTAD) martedì nel suo World Investment Report. Fonte Andina.

Il destinatario principale della regione è stato il Brasile, dove gli afflussi di IDE sono ammontati a 60 miliardi di dollari, seguita da Messico e Cile, con 38 miliardi di dollari e 20 miliardi di dollari, rispettivamente. La Colombia è stato il quarto più grande FDI destinatario con 17 miliardi di dollari. Secondo l’economista della UNCTD, Stephania Bonilla-Féret, il paese andino ha ricevuto 10 miliardi di dollari in investimenti diretti esteri nel 2013, con un decremento del 17% rispetto all’anno precedente. La raccolta in Perù è stata minore a causa del calo dei prezzi delle principali esportazioni minerarie del paese, come il rame e l’oro. Tuttavia, Bonilla-Féret notato FDI dovrebbe aumentare il prossimo anno in Perù. Tra i principali paesi beneficiari in Sud America, il Brasile ha registrato un lieve calo complessivo del 2 per cento, mentre i flussi in Cile e Argentina è diminuito del 29 per cento e 25 per cento a $ 20 miliardi e 9.000 milioni dollari, rispettivamente, a causa della diminuzione degli IDE nel settore minerario. Al contrario, i flussi di IDE in Colombia è aumentato dell’8 per cento a 17 miliardi dollari, in gran parte sul retro di cross-border M & A nei settori dell’energia elettrica e bancario.