I taikonauti definiscono il Made in China

111

di Maddalena Ingroia  CINA – Pechino 29/10/2016. «Il volo della Shenzhou XI ha evidenzia il recente sviluppo tecnologico della nazione», così apre il China Daily, dedicando un’analisi allo sviluppo tecnologico di Pechino.

Fino ad oggi, afferma il giornale, il “Made in China” è stato sinonimo di scarsa qualità; oggi, il quadro starebbe cambiando, grazie ai crescenti investimenti nella ricerca scientifica e nella tecnologica. L’ultimo esempio del moderno China Made è il veicolo spaziale con equipaggio Shenzhou XI, decollato il 17 ottobre, al cui sviluppo hanno partecipato società cinesi a diverso livello. Il China Electronics Technology Group, ad esempio, ha fatto i pannelli solari che forniscono energia allo Shenzhou XI, e la società ora spera di espandere la sua tecnologia nel settore civile.

Shenzhou XI è completamente alimentato da otto pannelli solari ad arsenico di gallio, che coprono una superficie totale di 24 metri quadrati. L’energia dei pannelli viene immagazzinata quando la navicella viaggia sul “lato sole”, e le batterie rilasciano energia quando vola nel “lato notte”.

I pannelli solari più utilizzati sulla Terra sono batterie al silicio, quelli con arseniuro di gallio sono molto più costosi e la società cinese sta adottando nuove tecniche per abbassarne il costo per espanderne l’uso a prodotti civili.

Secondo Wu Ping, vice direttore e portavoce del China Manned Space Agency, la capacità di condurre voli spaziali con equipaggio indica il livello di sviluppo scientifico e tecnologico di un paese e la forza complessiva nazionale: «Il volo spaziale con equipaggio è una forza trainante dello sviluppo economico, in particolare nel settore high-tech» aveva detto Wu ha detto in una conferenza stampa a settembre.

Negli ultimi due decenni, riporta il giornale, più di 2.000 diverse tecnologie spaziali sono state usate in tutti i settori economica, inclusi materie prime, microelettronica, produzione di macchine, prodotti chimici, metallurgia, tessile e delle tecnologie dell’informazione.