Humvee per Tripoli

70

LIBIA – Tripoli 30/7/2013. L’esercito libico ha preso in consegna 200 High Mobility Multi-purpose Wheeled Vehicles, comunemente noti come Humvee.

  I mezzi verranno usati per pattugliare i confini e per compiti di sicurezza. Tripoli sta ricostruendo e rafforzando le forze armate, sullo sfondo di una crescente insicurezza e della proliferazione di milizie e gruppi jihadisti transnazionali. La consegna, una donazione dello Us Army, fornirà all’esercito la capacità di “fissare” i confini del paese per impedire la circolazione di trafficanti d’armi, terroristi e trafficanti di droga che hanno approfittato del vuoto di sicurezza creato dalla caduta del colonnello Gheddafi durante la rivoluzione di ottobre 2011. I vertici dell’esercito libico avevano già annunciato l’attivo di carri armati a Tripoli all’inizio di luglio, poiché il paese aveva bisogno di aumentare il proprio arsenale per migliorare la mobilità delle unità di pattugliamento frontaliero. Secondo il Libya Herald, gli Humvee saranno utilizzati principalmente dalle guardie di frontiera dell’esercito libico. A giugno 2013, l’esercito di Tripoli ha ordinato 300 veicoli blindati Brdm e Bvp dalla Repubblica Ceca e ha firmato un accordo per la ristrutturazione di altri 300 Bdrm corazzati da trasporto truppa già in servizio. La Libia sta portando avanti un grande programma teso alla ricostruzione e al ri-equipaggiamento del proprio esercito con l’aiuto di una serie di partner internazionali, tra cui Francia, Italia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Repubblica Ceca, Turchia e gli Emirati Arabi Uniti. All’interno del Paese, l’esercito sta combattendo i vari gruppi armati di ribelli islamici e di ex miliziani che si rifiutano di abbandonare le armi.