«Saremo lì dove ci sarà bisogno»

69

LIBANO – Beirut 15/6/13. Il Segretario Generale di Hezbollah ha affermato il 14 giugno che il suo partito «sarà coinvolto nel conflitto siriano», dopo aver aiutato le forze governative siriane a riconquistare la città di al-Qussair.

«Lì dove abbiamo bisogno di essere, ci saremo», ha detto Sayyed Hasan Nasrallah in un discorso televisivo, osservando che il Partito di Dio sta difendendo la Siria e il Libano.

Hezbollah è stata condannata per essersi schierata a fianco del governo siriano contro i ribelli ad al-Qussair e alla periferia di Damasco.

Nasrallah ha rigettato il tentativo internazionale di etichettare Hezbollah come un’organizzazione terroristica dicendo: «Questo non farà che rafforzare la nostra convinzione che siamo sulla strada giusta».

Per quanto riguarda i recenti scontri mortali davanti all’ambasciata iraniana a Beirut, Nasrallah ha detto che l’incidente è «inaccettabile».

I sostenitori di Hezbollah e manifestanti che protestavano contro il coinvolgimento di Iran e Hezbollah nella crisi siriana si sono scontrati il 9 giugno davanti all’ambasciata iraniana; bilancio 1 morto e almeno 11 feriti.