GOLFO PERSICO. Manovre dei Pasdaran di Teheran per bloccare gli Emirati

99

Le forze navali del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche iraniane stanno conducendo esercitazioni nei pressi di tre isole contese nel Golfo Persico nell’ambito delle esercitazioni Generale Shahid Eshaq Dara”.

Sia l’Iran che gli Emirati Arabi Uniti rivendicano la proprietà delle isole Grande Tunb, Piccola Tunb e Abu Musa, strategicamente importanti nel Golfo Persico. Nonostante siano sotto il dominio iraniano dal 1971, l’Iran ha affermato che gli Emirati Arabi Uniti devono riconoscere che le isole sono parte integrante del territorio iraniano. Come risoluzione, le due nazioni avevano precedentemente concordato di permettere alle rispettive forze di polizia di pattugliare le isole, riporta BneIntelliNews.

Secondo quanto riporta Irna, le Guardie Rivoluzionarie intendono dimostrare “l’autorità e la prontezza di combattimento della Marina dell’IRGC per garantire la sicurezza nel Golfo Persico e nelle isole iraniane”.

Il portavoce ufficiale del ministero degli Esteri iraniano, Nasser Kanaani, ha dichiarato che Teheran non intende condannare lo status di queste isole poiché le considera suo territorio.

Secondo il portavoce, il comandante dell’IRGC, generale Hossein Salami, e altri ufficiali militari di alto livello sono volati sull’isola di Abu Musa per condurre esercitazioni.

I militari sono sbarcati anche sull’isola Grande Tunb.

Alle manovre hanno partecipato diverse unità di truppe iraniane con il supporto delle forze aerospaziali.

Le esercitazioni hanno coinvolto nuove navi dotate di missili da 600 km.

Nel frattempo, Tasnim ha riferito che alcune isole, tra cui Abu Musa, hanno schierato missili balistici Fatah e missili da crociera Qadir con una gittata rispettivamente di 120 km e 300 km.

Secondo l’agenzia, alle esercitazioni hanno partecipato anche navi e droni.

L’esercitazione militare viene fatta in un momento di escalation delle tensioni nella regione, con i recenti tentativi dell’Iran di minacciare il libero flusso del commercio nello Stretto di Hormuz e nelle acque circostanti, riporta Bnn.

Inoltre, l’Iran sta arricchendo l’uranio fino a raggiungere livelli militari. L’uso di Abu Musa e Grande Tunb nell’esercitazione invia un chiaro messaggio alla regione: l’esercitazione serve a ricordare ai suoi vicini la potenza militare dell’Iran.

Sia l’Iran che la Russia hanno fatto commenti recenti sulle isole, con conseguente aumento della tensione tra le due nazioni. In una dichiarazione congiunta con il Consiglio di Cooperazione del Golfo, la Russia ha invocato negoziati bilaterali o la Corte Internazionale di Giustizia per decidere chi debba controllare le isole. Ciò ha provocato un’ondata di proteste in Iran, che ha convocato l’inviato russo per le sue affermazioni.

Maddalena Ingroia

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/