Scontri al confine siriano-giordano

43

GIORDANIA – Amman 17/03/2014. Le guardie di frontiera giordane il 16 marzo si sono scontrate e quindi a hanno arrestato quattro persone mentre cercavano di entrare illegalmente nel paese dalla Siria.

Riporta la notizia al Arabiya citando fonti arabe. L’esercito ha anche detto che altre tre persone «che fanno parte di gruppi che combattono in Siria, si sono volontariamente consegnate alle guardie di frontiera (…) si tratta di tre uomini di nazionalità giordana e di un altro paese arabo non indicato» si legge nel comunicato dell’esercito giordano.
Centinaia di jihadisti giordani combattono a fianco delle forze ribelli in Siria. Riferendosi poi all’incidente del 16 marzo, le forze armate di Amman hanno detto che quattro persone sono rimaste ferite in uno scontro a fuoco e sono poi state arrestate dopo aver tentato di infiltrarsi dalla Siria: «Le guardie di frontiera si sono scontrate con loro dopo che il gruppo non ha seguito gli avvertimenti lanciati dai militari (…) feriti nello scontro a fuoco successivo ora sono ricoverati in ospedale». La Siria accusa la Giordania di aiutare e assistere i ribelli che combattono il regime di Assad, ma Amman nega le accuse dicendo di aver rafforzato i controlli alle frontiere e di aver condannato decine di persone arrestate per aver cercato di attraversare illegalmente la frontiera in carcere. Amman, rifugio di più di 500mila rifugiati siriani, dice il contrabbando di armi attraverso il confine con la Siria è aumentato del 300 per cento nell’ultimo anno.