Ginevra2: terrorismo problema serio

36

SVIZZERA – Ginevra. 31/01/14. L’inviato dell’Onu per la Siria e l’arabo, Lakhdar Brahimi, ha dichiarato da Ginevra, in una conferenza stampa che si è convenuto che il terrorismo è un problema enorme in Siria, ma non è stato ancora raggiunto un accordo su come affrontare questo problema. I siriani, tutte le parti, hanno ammesso il problema. Fonte RT ARABIC.

«Durante i negoziati, ha detto l’inviato dell’Onu, ci sono stati momenti difficili». Oggi è attesa la dichiarazione finale. In cui si dovrà decidere sulla fornitura di aiuti umanitari alle zone colpite in Siria. Il timore di Brahimi è di non riuscire a raggiungere un accordo in materia, notando il deteriorarsi della situazione sempre più nella città di Homs. L’inviato Onu ha anche annunciato che si aspetta un maggior contributo da parte della delegazione dell’opposizione siriana. In risposta a una domanda sul ruolo della comunità internazionale nella crisi siriana, Brahimi ha detto di aver chiesto all’Unione europea per diversi mesi di riconsiderare alcune delle sanzioni che hanno colpito il popolo siriano. Lakhdar Brahimi, e ha espresso la speranza che la conferenza nel secondo turno dei negoziati di Ginevra, porti a risultati migliori.