Cooperazione nippo-turkmena

39

GIAPPONE – Tokyo 18/03/2014. Un seminario di studi centrato sulla creazione dell’Associazione per la cooperazione scientifica e tecnologica nippo – turkmena si è svolto a Tokyo. Ne ha dato l’annuncio il governo turkmeno il 18 marzo.

Negli incontri è stato sottolineato l’interesse del Turkmenistan nel formare una partnership nei settori scientifico-tecnologici e industriali.

All’evento hanno partecipato, per la prima volta, oltre ottanta rappresentanti dell’élite scientifica giapponese, delle grandi imprese e del mondo finanziario.

La cooperazione turkmeno-giapponese è considerata una componente importante nel contesto di sviluppo delle relazioni tra il Turkmenistan e la regione Asia-Pacifico nel suo complesso. I due paesi stanno cercando di utilizzare il loro potenziale economico, nonché i vantaggi geopolitici e geo-economici connessi; il punto di partenza è semplice: le alte tecnologie del Giappone e le ricche di risorse naturali del Turkmenistan sono viste come complementari.

Le due visite ufficiali del presidente turkmeno Gurbanguly Berdimuhamedov a Tokyo nel 2009 e nel 2013 (nella foto con il premier Abe) hanno dato un impulso alle relazioni di Ashgabat con il Giappone . Durante la prima visita, furono firmati una serie di documenti e di contratti intergovernativi con aziende giapponesi come Jgc Corporation, Itochu Corporation, Kawasaki Flora Systems Ltd e Sojitz Corporation, Mitsubishi Heavy Industries e Mitsubishi Corporation e la Asahi Kasei Chemicals Corporation.

Sono stati, poi, firmati contratti con società giapponesi per la costituzione di grandi complessi industriali del valore di oltre 10 miliardi di dollari durante la visita del presidente turkmeno nello scorso anno.

Il Turkmenistan ha una ricca esperienza di cooperazione con investitori giapponesi: è significativa la partecipazione all’ammodernamento, del valore di circa 2 miliardi di dollari, della più grande raffineria di petrolio a Turkmenbashi.