GIAPPONE. Suga punta su rivoluzione tecnologica e green per il post Pandemia

46

Il progetto di metà anno di Tokyo contiene impegni a concentrare le risorse sulla rivoluzione tecnologica, la creazione di un futuro rispettoso del clima, la rinascita delle sue regioni e il sostegno all’assistenza all’infanzia per far fronte a una popolazione in rapido invecchiamento.

Il primo ministro giapponese Yoshihide Suga ha rivelato i piani per accelerare gli investimenti nei progetti verdi del paese e nella trasformazione digitale, in una dichiarazione chiave progettata per mostrare che Tokyo sta guardando oltre la ripresa post pandemia, riporta Reuters.

Il primo progetto di metà anno per il prossimo anno fiscale, pubblicato la scorsa settimana, ha visto un allontanamento dalla modalità di crisi vista l’anno scorso, quando l’attenzione era incentrata sugli sforzi per far fronte alla pandemia del coronavirus.

Il progetto è stato presentato al Consiglio sulla politica economica e fiscale, il pannello consultivo del premier composto da ministri, parlamentari del partito al potere, governatore della banca centrale e consiglieri del settore privato.

Anche se non stabilisce raccomandazioni specifiche di spesa, il quadro serve come una spina dorsale per la politica economica di quest’anno e fornisce la base per il progetto di bilancio del prossimo anno fiscale che sarà compilato alla fine di dicembre. Sarà approvato dal gabinetto il 18 giugno dopo le deliberazioni del blocco di governo.

«Miriamo a raggiungere il nostro obiettivo fiscale, compreso l’obiettivo di portare un avanzo di bilancio primario», ha detto Suga a una riunione del comitato, aggiungendo che il governo si sforzerà anche di portare il salario minimo medio a livello nazionale a 1.000 yen all’ora per risolvere le disparità.

Per il bilancio del prossimo anno, il progetto ha esortato a dirigere più risorse verso quattro aree: la trasformazione digitale, una società più verde, la rinascita delle regioni e il sostegno all’assistenza all’infanzia per far fronte al rapido invecchiamento della popolazione.

«Dobbiamo accelerare gli investimenti che porteranno a una crescita sostenibile in un’era post-coronavirus», si dice nel progetto governativo «Otterremo cambiamenti nella struttura socioeconomica stimolando investimenti coraggiosi e innovazione nel settore privato».

Maddalena Ingroia