GIAPPONE. Parte il mercato delle assicurazioni lunari

124

Due importanti società di assicurazione giapponesi stanno sviluppando polizze per l’esplorazione lunare commerciale, offrendo una rete di sicurezza per incoraggiare le aziende del settore privato ad entrare in un campo rischioso e costoso ma potenzialmente redditizio.

Mitsui Sumitomo Insurance offrirà polizze per i lander lunari, compensando gli sviluppatori se un veicolo non riesce a toccare terra. Le aziende probabilmente pagheranno circa 1 miliardo yen per lancio per 10 miliardi yen di copertura, il costo potenziale di una missione fallita, comprese le spese di lancio, riporta Nikkei.

La nuova offerta di Tokio Marine & Nichido Fire Insurance si concentrerà sui rover, che sono a rischio di essere danneggiati in volo o intasati dalla polvere lunare fine. Il veicolo coperto invierà foto dalla luna alla Terra per dimostrare che sta funzionando correttamente e sarà considerato rotto se non arrivano foto, innescando un pagamento.

Gli assicuratori giapponesi coprono già altre aree dell’industria spaziale, come i satelliti, ma le polizze per l’esplorazione lunare erano fino ad ora rare. La speranza è quella di fornire una nuova fonte di reddito, dato che la riduzione della popolazione nipponica riduce la domanda di pilastri dell’industria come l’assicurazione auto e incendio.

Entrambe le società hanno clienti già in fila. Mitsui Sumitomo fornirà la sua assicurazione lander alla startup giapponese Ispace, che prevede di inviare un mezzo sulla luna quest’anno. Tokio Marine assicurerà il connazionale Dymon, il cui rover è destinato ad essere inviato sulla luna tramite un lander statunitense già quest’anno.

Poiché il settore privato assume un ruolo sempre più grande nei viaggi spaziali, si prevede che il business commerciale lunare esploda nei prossimi decenni, con l’esplorazione che pone le basi per la logistica e lo sviluppo delle risorse. PricewaterhouseCoopers prevede che il mercato lunare raggiungerà i 47,8 miliardi di dollari nei cinque anni fino al 2040.

Toyota Motor sta lavorando su veicoli lunari con equipaggio, mentre Shimizu stanno studiando la costruzione di basi lunari.

Il progetto Artemis, guidato dagli Stati Uniti con la cooperazione di partner tra cui Giappone ed Europa, mira a inviare una missione con equipaggio sulla luna già nel 2025, costruendo una base in orbita lunare da cui inviare astronauti sulla superficie. La Cina e la Russia progettano anche di costruire insieme una stazione di ricerca sulla luna.

Un mercato lunare in crescita attirerà probabilmente più startup, il che significa più domanda di assicurazione per coprire i rischi connessi.

Luigi Medici