GIAPPONE. Manovre sul Monte Fuji contro cinesi e russi

199

I marines giapponesi e statunitensi hanno effettuato il loro primo atterraggio e addestramento al combattimento vicino al monte Fuji, poiché i due alleati rafforzano la cooperazione militare vista la crescente attività marittima di Cina e Russia nei mari dell’area. Il Giappone sta espandendo il suo budget e la sua capacità di difesa da circa un decennio e ora sta rivedendo la sua strategia di sicurezza nazionale di fronte alle minacce della Cina, della Corea del Nord e ora della Russia.

Il 15 marzo, 400 uomini della brigata anfibia giapponese di rapido dispiegamento e 600 marines statunitensi basati sull’isola meridionale giapponese di Okinawa si sono esercitati congiuntamente in operazioni di sbarco e di combattimento in uno scenario di invasione nemica di un’isola giapponese, utilizzando Osprey, veicoli corazzati anfibi e artiglieria come gli obici M777. L’esercitazione arriva in un momento in cui l’invasione della Russia in Ucraina ha intensificato le preoccupazioni su ciò che potrebbe accadere in Asia orientale, dove la crescente assertività della Cina ha intensificato la tensione intorno a Taiwan, riporta Irish Examiner.

Mentre il Giappone ha spostato la sua attenzione sulla sicurezza a sud-ovest, deve anche affrontare la crescente attività navale della Russia e la sua maggiore cooperazione con la Cina. Il capo segretario di gabinetto Hirokazu Matsuno ha detto che la marina giapponese ha avvistato una flotta di sei navi da guerra russe il 14 marzo che passava lo stretto di Soya tra Hokkaido e Sakhalin come parte delle principali esercitazioni navali russe, giorni dopo che un’altra flotta russa ha attraversato lo stretto di Tsugaru tra Aomori sulla punta settentrionale dell’isola principale del Giappone e Hokkaido.

Ha detto che la Russia ha anche condotto un lancio di missili terra-aria la scorsa settimana sulle isole Curili, che il Giappone rivendica. La disputa sulle isole che Mosca ha preso alla fine della Seconda guerra mondiale ha impedito a Giappone e Russia di firmare un trattato di pace. Il primo ministro giapponese Fumio Kishida ha ripetutamente promesso di rafforzare fondamentalmente le difese del Giappone, compresa una possibile capacità di attacco preventivo.

Il Giappone ha acquistato jet da combattimento americani, sistemi di difesa missilistica e altri sistemi per aumentare l’interoperabilità mentre le due parti lavorano sempre più insieme.

L’esercitazione di martedì faceva parte di una manovra congiunta di tre settimane volta a far progredire la cooperazione tra gli alleati per rafforzare la loro capacità di deterrenza e di risposta, hanno detto i funzionari della Difesa nipponica.

Luigi Medici