GIAPPONE. Lavatrici intelligenti nipponiche in mano ai turchi

80

Hitachi starebbe per vendere il settore dell’elettrodomestico all’estero al maggiore produttore turco per 300 milioni di dollari. La società nipponica ha in programma di vendere una quota del 60% delle sue attività all’estero nel settore degli elettrodomestici ad Arcelik, uno dei principali produttori turchi, per 300 milioni di dollari, e di sostenere congiuntamente le operazioni all’estero, riporta Nikkei.

Il mercato interno rappresenta l’80% delle vendite di elettrodomestici di Hitachi, mentre la Cina e il Sud-Est asiatico rappresentano la maggior parte delle sue operazioni all’estero, relativamente piccole. Collaborando con Arcelik, che è forte in mercati come l’Europa e l’Africa, la società giapponese mira ad espandere le vendite all’estero dei prodotti a marchio Hitachi e a migliorare la redditività.

La business unit Hitachi Global Life Solutions gestisce le operazioni relative agli elettrodomestici, di cui il segmento oltreoceano vale circa 500 milioni di dollari. Hitachi sta rapidamente rivedendo le attività del gruppo, cercando di concentrarsi sulle attività principali, mentre ne sta eliminando altre, come la sua attività nel settore dei metalli, che è ora in fase di negoziazione per la vendita. Sebbene il segmento degli elettrodomestici sia considerato un’operazione “non core”, è una delle poche aree in cui Hitachi ha un contatto diretto con i consumatori, fornendo all’azienda dati preziosi sullo stile di vita delle persone, soprattutto perché sta sviluppando  il suo IoT, Internet of Things.

Ma le vendite nel settore degli elettrodomestici, che consiste principalmente di elettrodomestici come frigoriferi e lavatrici, sono state di soli 465 miliardi di yen nell’anno fiscale conclusosi a marzo, mentre il margine di profitto operativo è stato di poco inferiore al 5%. Per sopravvivere nella concorrenza globale, Hitachi punta a un margine a livello aziendale di oltre il 10% nel prossimo anno fiscale, e il rafforzamento del segmento degli elettrodomestici è diventato un problema urgente.

I produttori cinesi di elettrodomestici a basso costo come Haier hanno reso il mercato d’oltremare particolarmente difficile. Andando verso il futuro, Hitachi Global Life Solutions si concentrerà sul mercato interno giapponese, mentre la partnership con Arcelik sarà utilizzata per migliorare la redditività all’estero.

Graziella Giangiulio