Tesoretto libico in Sud Africa

63

LIBIA – Tripoli. 5/6/13. Funzionari sudafricani stanno indagando sulle affermazioni fatte da personale libico (investigativo governativo) secondo cui l’ex dittatore libico Muammar Gheddafi e la sua famiglia avrebbero nascosto 1 miliardo di dollari in attività nel paese, a riferirlo è la BBC e lo riporta anche il Tripoli Post. 

 

La Libia, continuano i funzionari sudafricani, ha chiesto aiuto per il rimpatrio di diamanti, oro e denaro in contante, beni che secondo i rapporti citando investigatori libici, erano tenuti da quattro banche e società finanziarie in Sud Africa. Alcune stime indicano che il totale delle attività estere di Gheddafi potrebbe valere fino a $ 80 miliardi. Questi patrimoni sono considerati dai libici come patrimonio del popolo libico, afferma la BBC, e in quanto proprietà dello Stato devono essere restituite.

Un portavoce sudafricano del ministro delle finanze Pravin Gordhan citato dal Times del Sud Africa, ha detto  «Un  gruppo di persone si è qualificata come rappresentanti del governo libico e siamo in procinto di verificare le loro affermazioni circa le attività che sono in Sud Africa ».

Il giornale sudafricano anche stampato estratti di lettere di giustizia della Libia e ministri delle finanze alle loro controparti sudafricane per chiedere aiuto per trovare le attività legate a Gheddafi, che potrebbero “essere stato posseduto illegalmente, ottenuto, saccheggiati, depositati o nascosto in Sud Africa”.