GHANA. Nuovo mercato per il cioccolato: la Cina

89

Il mercato cinese sta offrendo opportunità per diversificare l’export del Ghana del suo principale prodotto: il cacao, segno che i rapporti bilaterali tra i due paesi si stanno approfondendo.

Come riporta Xinhua, il mercato cinese ben coltivato potrebbe diventare una destinazione chiave per fagioli grezzi, semilavorati e prodotti finiti di cacao per portare migliori ritorni al paese africano e ai suoi coltivatori di cacao. Gli operatori del settore devono, però, prima imparare e capire il mercato cinese per quanto riguarda i gusti, le ragioni o i tempi di consumo, e anche le componenti visive dei vari prodotti di cacao che attirano i consumatori.

«Il cioccolato è consumato diversamente in Cina rispetto all’Europa. Il consumo avviene intorno alle feste, e le grandi feste sono una grande spinta per il cioccolato», riporta l’agenzia cinese. L’approccio per entrare nel mercato cinese con il cacao non dovrebbe necessariamente essere il modo tradizionale di usare il consumo pro capite o la popolazione per determinare le potenzialità di un mercato. In Cina ci sono 1,5 miliardi di persone, ma «questo non significa che siano tutti uguali. C’è bisogno di un apprezzamento molto migliore per la cultura, e il gusto intorno a questo, perché le persone nella stessa comunità possono avere gusti diversi».

La sola comprensione di questo particolare aspetto del consumo cinese potrebbe creare molte opportunità per i dolciumi fatti con il cacao premium del Ghana; l’approccio, però, non dovrebbe essere solo quello di produrre e immettere nel mercato del Celeste Impero, ma avvicinarsi al mercato con altri beni: «Ci sono opportunità di lavorare nel commercio del cacao, opportunità nei prodotti finiti. Ci sono opportunità di finanziamento e opportunità di joint-venturing (…) Non si tratta solo del cacao o del cioccolato» la cooperazione tra i due paesi deve passare anche da altre competenze che le aziende cinesi potrebbero portare nell’economia ghanese.

Maddalena Ingrao