Sex and the City in Africa

79

GHANA – Accra 20/04/2014. Sembra Sex and the city, cinque amiche single in una grande metropoli che seguono i loro sogni di successo, di amore e di indipendenza. Solo che al posto degli Usa siamo in Ghana e precisamente ad Accra.

È una nuova serie televisiva africana dal titolo An African City.
Cinque ritratti di donne in una città africana; donne moderne e benestanti imbevute di cultura occidentale; terminata l’università, decidono di tornare nel loro continente di origine. Ngozi , nigeriana, è laureata in commercio internazionale; Zainab, ghanese nata in Sierra Leone e cresciuto ad Atlanta , ha il senso degli affari e si ritiene una “donna d’affari ” formidabile; Nana Yaa è tornata in Ghana dopo il diploma di giornalismo; Sade è laureata ad Harvard e, infine, Makena, ghana con la famiglia in Columbia, si è laureata in giurisprudenza a Oxford ed è tornata dopo un doloroso divorzio.
Cinque donne che lottano per trovare un posto tra concorrenza, gelosia , e il rifiuto della loro carriera e della loro cultura, considerata troppo occidentalizzata.
La serie porta con sé un’immagine più positiva dell’Africa, crea un ponte tra influenze occidentali e africane. Si suggerisce che le grandi capitali come Accra, siano in grado di competere con la vita delle megalopoli occidentali. Tutto è in “salsa africana remixata” per una visione alternativa dell’Africa che ha l’Occidente che pensa al Continente nero in termini di guerre, carestie e miserie. Ma va notato però, che il ciclo si riferisce ad una certa classe di popolazione africana, ossia la classe media emergente, in grado di poter spendere. E questo può essere un punto a suo sfavore.