GERMANIA. La Bundeswehr del Futuro

94

Il ministro della Difesa tedesco Annegret Kramp-Karrenbauer, insieme all’ispettore generale della Bundeswehr Eberhard Zorn, ha presentato un rapporto ai parlamentari che delinea una proposta per modernizzare la Bundeswehr. Nel documento viene detto che è «tempo di un nuovo pensiero», sostenendo la ristrutturazione e il riorientamento degli acquisti militari.

Sia Kramp-Karrenbauer che Zorn scrivono che l’obiettivo sarebbe un «approvvigionamento moderno, che si concentra sui suoi compiti principali» includendo «processi completamente digitali e appalti indipendenti per la Bundeswehr», riporta Euractive. La proposta include anche una richiesta di nuovi organi di sicurezza, tra cui un Consiglio di sicurezza nazionale e un Consiglio consultivo di sicurezza federale all’interno del ministero della Difesa.

Il documento delinea i problemi centrali dell’esercito, tra cui una mancanza di finanziamenti adeguato e un orientamento “unilaterale” verso le missioni estere e la gestione delle crisi internazionali. In particolare sul bilancio, i due lodano gli aumenti della spesa per la difesa negli ultimi anni, ma notano che è ancora al di sotto dell’obiettivo del 2% della Nato.

I due autori affermano anche che senza garanzie di un aumento costante della spesa, la Bundeswehr tedesca dovrà affrontare una continua incertezza sugli approvvigionamenti e anche la mancanza di capacità di assumere personale competente, una questione che è stata affrontata adeguatamente solo negli ultimi anni.

Kramp-Karrenbauer e Zorn hanno anche delineato l’attuale situazione della sicurezza e il ruolo della Germania. Hanno sostenuto che la Germania è una “nazione hub” per i partner più piccoli, un “hub” per la logistica della Nato, e un “primo soccorritore” per i confini esterni dell’Ue e della Nato. Oltre alla necessità di migliorare la capacità militare per soddisfare questo ruolo, i due dicono che è anche necessario soddisfare le aspettative degli alleati. La Germania è principalmente a rischio di attacchi a reti di dati e infrastrutture critiche, attacchi contro alleati o canali di comunicazione. Ciò potrebbe limitare la capacità del paese di agire politicamente; anche le rotte commerciali internazionali e le catene di approvvigionamento potrebbero essere minacciate.

Per la Bundeswehr, come uno degli strumenti essenziali della politica di sicurezza e di difesa tedesca, è quindi necessario sviluppare ulteriormente la Bundeswehr in futuro , scrivono il Ministro e l’ispettore generale nel loro documento di sintesi.

Kramp-Karrenbauer e Zorn dovrebbero presentare le linee guida per la riforma organizzativa a maggio.

Lucia Giannini