GERMANIA. In picchiata la deriva populista

114

Il populismo nella politica tedesca è in declino dopo il picco del 2018, secondo uno studio pubblicato il 3 settembre dalla Fondazione Bertelsmann. Secondo i ricercatori, circa il 20% degli elettori in Germania ha una “mentalità populista”, che secondo i ricercatori è in calo rispetto al 33% degli elettori che nel 2018 avevano una tale visione.

Il “Barometro del populismo” di Bertelsmann, ripreso da Dw, sviluppato in collaborazione con YouGov Germania, ha chiesto a 10.000 elettori a giugno se sono d’accordo con otto dichiarazioni populiste sulla funzione dello Stato e della società. Gli atteggiamenti populisti nello studio includono la visione dei politici come parte di una “élite corrotta” interessata a se stessa, che rifiuta il compromesso o sostiene la sovranità diretta attraverso i referendum. Lo studio ha anche analizzato gli atteggiamenti populisti «all’interno delle dimensioni dell’antipluralismo, dell’anti-establishment e dell’omogeneità del popolo».

Secondo lo studio, l’allontanamento dal populismo è sostenuto soprattutto dagli elettori del centro politico tedesco. Nel 2018, questo segmento di elettori ha mostrato il maggiore aumento di atteggiamenti populisti. L’ondata di populismo nella politica tedesca degli ultimi anni ha coinciso con l’ascesa di partiti anti-struttura come AfD, Allianz für Deutschland.

I campi politici tradizionali, compresi i partiti come l’unione di centro-destra dell’Unione Cristiano Democratica e dell’Unione Cristiano Sociale e i Liberi Democratici, Fdp, stavano scaricando gli elettori all’AfD, e in risposta hanno parzialmente adattato le loro piattaforme verso il sentimento populista. Secondo lo studio, lo scivolamento dei partiti politici tradizionali tedeschi nei segmenti populisti degli elettori è stato fermato. Lo spostamento dei centristi dal populismo significa anche che l’AfD si sta sempre più trasformando, secondo lo studio, in un partito dominato da elettori estremisti di destra.

Il panorama dei partiti in Germania si sta quindi estremizzando: l’elettorato tedesco di centri si sta dimostrando significativamente più resistente al populismo proprio nell’anno prima delle elezioni federali del 2021.

Lucia Giannini