GERMANIA. Dispiegati i primi sistemi anti UAV USA in Europa

51

La prima unità in Europa ha ricevuto i sistemi Maneuver Short-Range Air Defense, Shorad, secondo una dichiarazione del 23 aprile del Army Futures Command, ripresa da Defense News. Il 5° Battaglione, 4° Reggimento di Artiglieria per la Difesa Aerea, un’unità sotto il 10° Army Air-and-Missile Defense Command, ad Ansbach, Germania, è il primo a ricevere i veicoli e continuerà a testare il sistema M-Shorad.

L’M-Shorad è un sistema basato su un veicolo da combattimento Stryker A1 che include un pacchetto di attrezzature di missione progettato da Leonardo Drs. Quel pacchetto di equipaggiamento di missione include il lanciatore di missili Stinger di Raytheon. General Dynamics Land Systems è l’integratore principale e ha ricevuto un contratto da 1,2 miliardi di dollari per costruire e consegnare il sistema nell’ottobre 2020.

Il primo battaglione di 32 veicoli sarà messo in campo nel settembre 2021 usando i prototipi già costruiti per riempirlo.

Il sistema è stato sviluppato rapidamente in tempo record. Ci sono voluti solo 19 mesi dal momento in cui il servizio ha generato il requisito alla prima consegna di una piattaforma per i test, rispondendo a una chiamata urgente nel 2016 da U.S. Army Europe per colmare il gap di capacità di difesa aerea a corto raggio.

La capacità M-Shorad è progettata per difendersi dai sistemi senza pilota e dalle minacce ad ala fissa e rotante.

Lo Us Army ha ricevuto il requisito per costruire il sistema nel febbraio 2018. Dopo uno shoot-off nel deserto di White Sands Missile Range, New Mexico, e successive valutazioni dei fornitori, l’esercito ha selezionato un veicolo da combattimento Stryker come sistema ospite con il pacchetto di attrezzature di missione Leonardo Drs.

L’esercito metterà in campo 144 sistemi per quattro battaglioni a partire da quest’anno, seguiti da una capacità duratura per ulteriori battaglioni. Le future varianti del sistema includeranno altri intercettori cinetici e una capacità di energia diretta che non solo difenderà contro UAS e aerei con equipaggio, ma anche razzi, artiglieria e mortai.

L’esercito ha assegnato un contratto a Northrop Grumman e Raytheon per costruire un’arma laser da 50 kilowatt per i veicoli da combattimento Stryker per la missione Shorad. Uno dei sistemi d’arma laser sviluppati potrebbe essere integrato su un plotone di quattro veicoli Stryker nel 2022, riporta Defense News.

Tommaso Dal Passo