Per l’Ue Nabucco west è ancora valido

56

UNIONE EUROPEA – Bruxelles 23/09/2013. La Commissione europea ritiene ancora che il progetto del gasdotto Nabucco, uscito perdente nella gara d’appalto per trasportare il gas azero verso l’Europa, potrebbe essere costruito lo stesso.

Secondo la diplomazia europea, Nabucco West e Trans Adriatic Pipeline (Tap) sono nella lista dei progetti ritenuti significativi per più di una nazione europea godendo così del diritto alla pianificazione accelerata e al corrispettivo finanziamento Ue. L’elenco definitivo di questi progetti dovrebbe essere pubblicato il prossimo mese. Allo stesso tempo, secondo le stesse fonti riportate dalla Reuters, il progetto South Stream, sponsorizzato dalla Russia, non è incluso nella lista. Tap è stato progettato per trasportare il gas dalla regione del Caspio attraverso la Grecia e l’Albania attraverso il mare Adriatico verso il sud Italia e poi nell’Europa occidentale. Il gas che sarà prodotto nella seconda fase dal settore azero Shah Deniz, è considerato come la fonte principale per tutto il gasdotto. Il consorzio Shah Deniz ha annunciato la sua scelta del progetto Tap alla fine del giugno 2013 come via di trasporto del gas verso i mercati europei. Tuttavia, il progetto Nabucco West non ha perso la sua importanza, né per l’Azerbaigian, né per l’Europa. All’inizio del mese di settembre 2013, il ministro dell’Industria e dell’Energia azero, Natig Aliyev, ha detto che il progetto del gasdotto Nabucco West non ha perso il suo significato e può ancora essere attuato. «Questi due progetti, Nabucco West e il gasdotto Trans-Adriatico hanno obiettivi diversi e la scelta di Tap non esclude la realizzazione di Nabucco», ha detto Aliyev. Secondo il commissario Ue all’Energia, Guenther Oettinger, sia Nabucco West che Trans Adriatic Pipeline (Tap) sono necessari all’europa nel medio termine.