Gas turkmeno imprese tedesche

45

TURKMENISTAN – Ashgabat 24/5/13. Il presidente del Turkmenistan, Gurbanguly Berdimuhamedov, ha ricevuto il capo della Mangold Consulting GmbH ed ex-presidente del Comitato orientale dell’Economia tedesca Klaus Mangold.

Nella dichiarazione ufficiale, i due hanno «ParlaTo dei più importanti vettori di sviluppo dell’economia turkmena, delle prospettive di diversificazione delle rotte di esportazione del gas verso l’Europa», Mangold, inoltre,avrebbe «riaffermato la volontà delle imprese tedesche nel cooperare con il Turkmenistan in questa direzione».

Entrambe le parti hanno poi discusso delle prospettive di cooperazione nel settore dei trasporti e, in particolare, dello sviluppo delle infrastrutture portuali e del miglioramento dei collegamenti marittimi e ferroviari.

Il presidente turkmeno ha osservato l’alto livello di cooperazione produttiva stabilito negli ultimi anni con una serie di aziende tedesche: «Il governo turkmeno sta creando tutte le condizioni per una proficua collaborazione e, in particolare, sta curando le politiche di investimento che includono significativi incentivi finanziari, fiscali ed esenzioni doganali e si è impegnato a migliorare la legislazione nazionale per adeguarla alle norme universalmente riconosciute del diritto internazionale».

Mangold ha manifestato «un grande interesse negli ambienti economici tedeschi nel consolidare le posizioni nel mercato turkmeno così come l’interesse nella partecipazione ai progetti in corso nel paese».

Le risorse di idrocarburi del Turkmenistan potrebbero potenzialmente essere collegate al mercato europeo attraverso il Mar Caspio, con la costruzione di una piccola diramazione del gasdotto che costeggia le acque dell’Azerbaigian. L’Europa si aspetta di diversificare le fonti di gas attraverso le risorse del Mar Caspio, molte delle quali oggi provengono dalla Russia.

Nell’aprile 2009, il governo del Turkmenistan ha firmato un memorandum con uno dei principali commercianti di gas naturale sul mercato dell’Unione europea, la RWE AG che oggi conduce esplorazioni nel settore turkmeno del Mar Caspio.

Le aziende coinvolte nel settore sono Mannesman, Claas e MAN, Bosch, BENTEK, Siemens, Unionmatex GmbH, Thyssen Krupp, Airbus, Cifal, Knauf, Goetzpartners, Inhar, Textina, BAUER COMP Holding AG, e Lemken GmbH.

Le aziende tedesche stanno utilizzando una serie di prestiti delle principali banche tedesche nella realizzazione di importanti progetti in Turkmenistan: come la realizzazione di impianti per la produzione di oli lubrificanti e paraffine, l’installazione per la pulizia dall’acqua del gasolio presso la raffineria di Turkmenbashi, la costruzione di una stazione di compressione gas a Korpeje.