GAS. NOVATEK scopre nuovi grandi giacimenti in Siberia

156

Arctic LNG-1, una sussidiaria di NOVATEK, ha scoperto un nuovo giacimento di condensato di gas nella penisola di Gyda si tratta di una tozza penisola situata nell’artico siberiano occidentale, compresa amministrativamente nel Kraj di Krasnojarsk e nel circondario autonomo Jamalo-Nenec .

Il giacimento è stato dedicato a V.I. Giri. Il giacimento è stato scoperto in seguito al collaudo del primo pozzo esplorativo nell’area del sottosuolo di Bukhara, che la compagnia si è aggiudicata in un’asta nel dicembre 2019. Le riserve di gas naturale recuperabili del nuovo giacimento sono stimate in 52 miliardi di metri cubi secondo la classificazione russa, che lo colloca nella categoria dei grandi giacimenti.

La scoperta del nuovo giacimento consente alla società di espandere la propria base di risorse nella penisola di Gyda, al fine di portarla effettivamente in produzione e di sviluppare i promettenti progetti della società. La base delle risorse per l’Arctic LNG-1 sarà costituita dai giacimenti Soletsko-Khanaveyskoye, Trekhbugornoye e Geofizicheskoye sul Gydan, situati a sud del giacimento Salmanovskoye (Utrenneye), che costituisce la base per l’Arctic LNG-2. Arctic LNG-1 ha aggiunto le aree del sottosuolo di Bukhara e North Gydan per espandere la sua base di risorse. Non c’è nient’altro di interessante per l’azienda nella base di risorse non allocate sulle isole Yamal e Gyda.

Nonostante le sanzioni tecnologiche contro il settore russo del GNL e la riconfigurazione del progetto, l’Arctic LNG-2 rimane in linea con i tempi previsti. NOVATEK potrebbe prendere decisioni sui suoi prossimi progetti nel 2023, il primo dei quali sarà Ob LNG (Ob GHK), e successivamente sarà preso in considerazione Arctic LNG-1.

Il Gasdotto NOVATEK potrebbe sostenere i consumi delirante cinese. Ricordiamo che Pechino, ha messo in funzione un’altra sezione dell’estensione del gasdotto Power of Siberia-1, Tai’an-Taixing, è stata messa in funzione per fornire gas russo a Shanghai. Lo stesso giorno, l’11 dicembre, Gazprom ha registrato un nuovo record di forniture giornaliere di gas alla Cina e due giorni dopo il record è stato rinnovato. Allo stesso tempo, la Cina è allarmata dal calo delle forniture di gas attraverso il gasdotto Asia Centrale-Cina, dato che l’Uzbekistan ha interrotto le esportazioni di gas a causa della carenza di gas dovuta a un clima anormalmente freddo.

La potenziale tripla unione del gas tra Russia, Kazakistan e Uzbekistan, che contribuirebbe a risolvere il problema e anche di questo si è discusso al vertice Euroasiatico degli scorsi giorni. Di conseguenza, il Presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che il Kazakistan e l’Uzbekistan sono pronti a collaborare con la Russia sul gas, ma che devono essere risolte molte questioni relative alla creazione dell’unione del gas.

Anna Lotti

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/