Il Gabon spinge sull’agricoltura

45

GABON – Libreville. Il Ministro dell’Agricoltura del Gabon, Julien Nkoghe Bekale, in una intervista rilasciata alla testata This is Africa spiega come il governo stia programmando lo sviluppo e l’incremento dell’agricoltura grazie ad investimenti internazionali. Il Gabon mira ad aumentare il contributo dell’agricoltura alla sua economia dall’attuale 1 per cento fino al il 15 per cento entro il 2020. Questo salto di economico, permetterebbe al Gabon, sempre secondo il Ministro, di coronare il sogno di questa regione dell’Africa occidentale di diventare un paese emergente entro il 2025.

Puntare sull’agricoltura, significa, inoltre, da un lato aumentare il reddito del Paese ma dall’altro anche dare una sicurezza alimentare nazionale.  «Vogliamo sviluppare l’agricoltura intensiva accanto a un’agricoltura di sussistenza» ha detto J.K. Bekale. I settori di punita sarebbero l’agro-industria e le colture da cui poter trarre subito un reddito come: Olio di palma, zucchero, gomma, caffè e cacao, mais e soia, «con l’obiettivo di ridurre le nostre importazioni di prodotti alimentari entro il 2020» ha continuato il Ministro.
Il Gabon importa la maggior parte del suo cibo, spendendo 250 miliardi CFA (504m di dollari) ogni anno per prodotti provenienti da Asia, Sud America, Stati Uniti ed Europa, ma vuole ridurre questa cifra di un quarto entro il 2020. Il tutto, sempre secondo il Ministro non dovrebbe essere difficile visto che la popolazione di questa regione è bassa  – circa 1,5 milioni – : «Inizialmente puntiamo a fortificare il mercato interno, e poi si penserà al mercato sub-regionale, perché siamo ben consapevoli del fatto che abbiamo un piccoli numeri. L’obiettivo, nel lungo periodo è quello di esportare a livello internazionale». La produzione agricola in Gabon è stata stimolata da Olam International, che sta investendo pesantemente in colture commerciali del paese scarsamente popolato. La società ha sede a Singapore ha instaurato un partenariato pubblico-privato con il governo del Gabon per sviluppare 50.000 ettari per la produzione di olio di palma. Sta inoltre sviluppando piantagioni di gomma e impianti di produzione di ammoniaca e urea per la produzione di fertilizzanti agricoli. SIAT Belgio ha investito nella stessa area nel settore della gomma e nella produzione di olio di palma attraverso l’acquisizione di aziende di stato nel 2004. Forte di tali flussi, Gabon mira a produrre 250.000 t / a di olio di palma entro il 2020, rispetto ai livelli attuali di 50.000 t / a.