Parigi restituirà il denaro delle Mistral

44

RUSSIA – Mosca 17/03/2015. La Francia restituirà i soldi pagati per le Mistral, se non venissero consegnate alla Russia, ha detto il direttore generale della Rosoboronexport, Anatoly Isaykin, il 17 marzo.

La consegna di due navi d’assalto classe Mistral alla Russia era stata concordata ad un prezzo di 1,5 miliardi di dollari tra la russa Rosoboronexport e il costruttore navale francese Dcns, nel 2011. «In realtà, i soldi spesi dalla Russia per l’acquisto delle navi saranno restituiti in pieno, senza dubbio, anche con gli interessi», secondo Isaykin cha ha aggiunto: «Tutto è specificato dal contratto». La Francia avrebbe dovuto consegnare il Vladivostok, la prima delle due navi, il 14 novembre 2014. Tuttavia, il 25 novembre 2014, il presidente francese Francois Hollande ha detto che la spedizione sarebbe stato sospesa a causa della crisi ucraina.
Isaykin ha osservato che la Francia perde di più della mancata consegna delle Mistral: subisce un danno d’immagine notevole: «Un contraente che non rispetta i suoi obblighi è quello che subisce i danni maggiori. Prima di tutto, danni morali, danni all’immagine del Paese. Penso che la parte francese sia ben consapevole di questo fatto».
La Russia prendere una decisione finale sulla mancata consegna delle Mistral entro maggio per consentire ulteriori colloqui con la Francia, secondo Isaykin Francia e Russia stanno attualmente tenendo colloqui attivi.