FRANCIA. Chiusa una moschea per incitamento al Jihad

172

Due settimane fa, il ministro dell’Interno Gérald Darmanin, ha annunciato di aver “messo in moto” la procedura di chiusura amministrativa della Grande Moschea di Beauvais, a causa del carattere radicale della predicazione dell’Imam.

La prefettura dell’Oise stava “considerando” di prendere una decisione di chiusura sulla base della predicazione di “incitamento all’odio”, “violenza” e “apologia della jihad”, la decisione è stata presa lunedì 27 dicembre, dunque con decreto prefettizio la Grande Moschea di Beauvais resterà chiusa per sei mesi.

La prefettura giustifica la decisione con la «predicazione di un imam regolare della Grande Moschea che promuove la jihad come un dovere, glorificando i combattenti che descrive come eroi, al servizio della protezione della religione musulmana, che secondo lui è minacciata dalle società occidentali».

Il documento afferma anche che l’imam «insiste sull’importanza dell’obbedienza ad Allah per la quale si deve essere pronti a morire»; inoltre il documento prefettizio critica anche «l’uso di riferimenti storici per giustificare queste posizioni senza mai ricontestualizzare questi eventi, opponendo i combattenti del profeta ai musulmani di oggi».

Durante una presentazione sulla battaglia di Badr, l’imam fece le seguenti osservazioni, riportate nel decreto prefettizio: «Guardateli (i combattenti del Profeta), erano bambini ma erano uomini. Noi, i nostri uomini, siamo bambini. Abbiamo i nostri eroi, guardate Mohamed (rivolgendosi al ragazzo seduto accanto a lui), questi giovani, la loro preoccupazione era di proteggere la religione».

L’ordinanza affronta anche altri punti riguardanti la predicazione dell’imam: «Osservazioni degradanti o addirittura violente sulle donne che non rispettano l’obbligo di indossare il velo islamico, l’idea di una società occidentale islamofoba fatta di miscredenti», o «l’appello all’odio e alla discriminazione contro certe categorie di persone, come gli ebrei, i cristiani o gli omosessuali».

La Grande Moschea di Beauvais ospita circa 400 fedeli e ospita una scuola che fornisce lezioni di lingua araba e tutoraggio a circa 180 bambini.

Salvatore Nicoletta