Fornero: riforma del lavoro aliena dal dogmatismo

49

Il Ministro del Lavoro Elsa Fornero è intervenuto telefonicamente questa mattina al workshop “Occupazione e Welfare – Servizi per il Lavoro”, organizzato dalla Fondazione Craxi.

Nell’ambito del suo breve discorso, ha sottolineato l’importanza del nesso tra pratica di governo e sensibilità sociale, al fine di aumentare l’occupazione dei giovani, riformando il sistema di welfare. Il tutto tenendo a mente su chi ricadrà l’onere delle promesse fatte, in quanto tali scelte di governo incidono sui rapporti tra generazioni, con riguardo sia alla riforma pensionistica, che del mercato del lavoro. Il Ministro ha altresì ricordato che, anche se entrambe attengono al ciclo di vita dei cittadini, per motivi di ordine finanziario la riforma del sistema previdenziale è stata anteposta alla riforma del mercato del lavoro. Evidenziando infatti che dal 1° gennaio è entrato in vigore il metodo contributivo, ha riaffermato l’importanza del legare il lavoro alla sicurezza economica nell’età avanzata. Sarà ora necessario, nelle parole del Ministro, concentrare le energie su qualità e quantità del lavoro, approntando una riforma lontana da ogni dogmatismo, da monitorare costantemente nella sua attuazione. La manovra si prospetta quindi complessa e con possibili cambiamenti in itinere.