Fondi kuwaitiani per Tunisi

53

TUNISIA – Tunisi. 08/07/13. Kuwait riattiva il fondo CTKD. A vedere le quotazioni in borsa e le richieste da parte dei clienti si è può tranquillamente dire che i Fondi del Qatar non sono i soli a catturare l’attenzione.

Dalla caduta in Tunisia del regime di Ben Ali, il Consorzio Tunisino-Kuwaitiano di sviluppo (CTKD) sarà presto rivalutato grazie alle sua parti di maggioranza, la Kuwait Investment Authority (KIA)​​. A lungo limitato agli investimenti immobiliari e del turismo, il consorzio guidato da Adham Moubarak Al Tourah sta pensando di investire in una vasta gamma di altri settori, secondo  http://www.africaintelligence.com. Questi includono la nuova tecnologia, la pubblicità le imprese agro-alimentari e quant’altro. KIA in previsione del rilancio del fondo ha incrementato la sua potenza di fuoco finanziaria, l’aumento di capitale di CTKD passa da 48 milioni di euro a 221 milioni di euro. Gli azionisti tunisini controllati dallo Stato come Office du Tourisme e STB, non hanno preso parte alla iniezione e nemmeno soggetti privati ​​(Banque Tuniso-Koweitienne e il gruppo Mabrouk attraverso BIAT). CTKD ha già iniziato la sua incursione nel settore nel 2010, quando ha acquisito il 10% della Centrale Laitiere de Mahdia e venduto alcune attività alberghiere. Il gruppo attualmente possiede solo quattro stabilimenti e ha contratto catene internazionali per farli funzionare.