Il Fmi rivede le previsioni al ribasso

35

Stando ai dati del Fmi la crescita economica mondiale dovrebbe assestarsi al 3,3% nel 2012 e al 3,6% nel 2013.

A luglio 2012, le sue stime erano rispettivamente del 3,5% e del 3,9%. Il Fondo prevede una caduta dell’economia dell’eurozona dello 0,4% quest’anno e una piccola crescita dello 0,2% nel 2013. Il taglio nelle stime colpisce anche la Cina ferma all’8,2%, India 6% e Brasile 4%. 

Viene inoltre previsto un incremento dell’inflazione e raccomanda alle autorità economiche ulteriori tagli nei tassi d’interesse per stimolare la produttività.