Ossezia del Nord: chiusa la banca più importante

350

OSSEZIA DEL NORD – Tskhinvali. La Banca centrale russa ha revocato ieri la licenza di banca, per le operazioni bancarie alla più grande banca in Ossezia del Nord, nella città di Vladikavkaz, la “Banca per lo sviluppo della regione”.

A darne notizia il RIA Novosti. La Banca centrale russa ha notato che la banca ha cominciato ad avere problemi con i pagamenti a persone fisiche e il trasferimento di denaro dai conti dalla fine settembre. Alle prime richieste di spiegazioni sui ritardi da parte della banca centrale russa i dirigenti della Banca per lo sviluppo regionale a Vladikavkaz hanno detto che si trattava di allarmismo psicologico.
Tuttavia, secondo ITAR-TASS , la banca avrebbe in seconda istanza fatto sapere che le difficoltà di pagamento sono sorte a causa del mancato rimborso di alcuni prestiti di grandi dimensioni. Il 6 ottobre è stato annunciato da parte della banca centrale russa un’indagine penale per appropriazione indebita di 300 milioni di rubli. La “Banca di sviluppo della regione” a Vladikavkaz faceva parte dei tre più grandi banche del Distretto Federale del Caucaso del Nord e nella lista dei 500 più grandi banche russe.