Manila vs Pechino nelle Spratly

70

FILIPPINE Maniule 20/6/13. Le Filippine hanno schierato un nuovo contingente di marine sulle Second Thomas Shoal, nel Mar Cinese Meridionale, dove un gruppo di naveida guerra cinesi sono comparse a maggio, creando una nuova situazione di stallo. Ad annunciare il nuovo dispiegamento il segretario alla Difesa filippino, Voltaire Gazmin, il 19 giugno.

Gazmin ha detto che la secca Second Thomas si trova all’interno della zona economica esclusiva delle Filippine di 200 miglia nautiche (370 chilometri) riconosciuta a livello internazionale. La Cina sostiene che quasi tutto il Mar Cinese Meridionale sia proprio e l’anno scorso ha preso il controllo di un’altra parte della zona economica delle Filippine, costringendo Manila di ricorrere all’arbitrato dell’Onu. I marine filippini alla Second Thomas, definita localmente Secca Ayungin, vivono in una vecchia nave militare arenatasi nel 1999, sulla bassa costiera corallina e da allora è diventato un simbolo della sovranità filippina. Gazmin detto di aver recentemente discusso il dispiegamento con l’ambasciatore cinese Ma. Keqing. L’ambasciatore Ma aveva manifestato la preoccupazione che le Filippine potessero erigere strutture stabili sulla secca per rafforzare la propria rivendicazione territoriale, ma Gazmin lo aveva assicurato che non vi era tale proposito. Gazmin ha sottolineato che le Filippine sono libere di intraprendere qualsiasi attività nella zona senza avvisare la Cina. «È nostra», ha detto Gazmin, cha ha poi discusso anche in i rappresentanti Usa a Manila il 18 giugno. La Second Tommaso Shoal si trova vicino alle Spratly, una catena di isole ricca di risorse, contesi tra Cina, Brunei, Malesia, Filippine, Taiwan e Vietnam.