Manovre dentro Abu Sayyaf?

53

FILIPPINE – Manila 01/09/2014. Abu Sayyaf ha minacciato di uccidere i due ostaggi tedeschi se entro il 10 ottobre Berlino non pagherà il riscatto (5 milioni di dollari), ritirandosi nel contempo dalla coalizione anti Isis.

Il fatto che la minaccia sia oggi stata circostanziata meglio, e ritenuta credibile, potrebbe rendere realistico uno “scenario non troppo probabile” come quello di manovre interne per un rivolgimento nella leadership del gruppo terroristico. Esiste la possibilità che, l’attuale leader, Sahiron possa essere morto. Ha vissuto nella giungla di Jolo per decenni e non è in ottima salute. Yasir Igasan tenterebbe quindi di fare manovre e gesti eclatanti per ottenere “marcando il territorio”, l’uccisione degli ostaggi potrebbe essere visto come un possibile indicatore che questo stia acadendo. Jolo, per la ricerca di fonti aperte affidabili, in quesito periodo è un vero buco nero.