Uzbekistan: ferrovia sinonimo di sviluppo

79

UZBEKISTAN – Tashkent. 23/05/14. Via libera al nuovo tratto di ferrovia elettrica in Uzbekistan. Infrastruttura necessaria per l’ammodernamento del Paese. Si tratta della linea ferroviaria elettrica che attraverserà il passo del “Kamchik” e collegherà la Valle di Ferghana con il resto dell’Uzbekistan. Fonte gazeta.uz

 

La Banca Mondiale fornirà alle Ferrovie dello Stato uzbeke, Joint Stock Company “Uzbekistan Ferrovie ” un prestito da 200 milioni di dollari per la costruzione della ferrovia a est del paese. La Banca insieme al governo uzbeko da marzo 2014 ha iniziato la preparazione della documentazione per avviare il progetto e quindi erogare la somma che finirà nelle casse dell’Uzbekistan nei primi mesi del 2015. Il prestito sarà utilizzato per l’acquisto di attrezzature e macchinari necessari per la costruzione. Nel luglio 2013 la “Uzbekistan Ferrovie” ha iniziato la costruzione di una linea ferroviaria “Angren – Pap” che è lunga 129 chilometri. La strada ferrata passa attraverso il passo ” Kamchik ” e collegherà la valle del Fergana (la zona delle regioni Andijan , Namangan e Ferghana nella parte orientale del paese) con il resto dell’Uzbekistan. Il General contractor della costruzione del tunnel sarà la Cina Tunnel Railway Group. Il valore del contratto è pari a 455.000.000 dollari. La società cinese dovrà costruire il tunnel di 19 chilometri e le uscite di emergenza. Il completamento di questa parte di strada ferrata è prevista per il 2016. Secondo le prime stime il costo totale della costruzione è stimato a 1,7 miliardi dollari contenuto nel piano di investimento Uzbekistan Ferrovie ” per il 2014 e nei periodi successivi.

Gli studi di fattibilità dell’intero progetto dovrebbero essere completati nella prima metà del 2015. E la ferrovia dovrebbe essere battezzata nel 2020. Oltre al prestito della Banca Mondiale, vi sarà un finanziamento da parte della Eximbank cinese 350 milioni di dollari. La nuova ferrovia consentirà agli abitanti della valle di avere un collegamento cn il resto dell’Uzbekista per 12 mesi l’anno. Trasporto non garantito ora soprattutto nei mesi più freddi. Non solo, la ferrovia abbasserà il costo del trasporto merci. Il passo “Kamchik” si trova sulla cresta del crinale Kurama a più di 1.200 metri dal livello del mare. E passerà attraverso l’unico passaggio automobilistico tra la regione di Tashkent e il quartiere Pap della regione di Namangan. Ma le automobili nel periodo invernale rischiano il blocco per via delle valanghe. In Uzbekistan, la ferrovia, circa 4.200 miglia, rappresenta circa il 60 % del fatturato nel paese e quasi l’80 % del volume totale delle esportazioni e importazioni di merci. Le nuove stazioni dunque porteranno nuovo traffico e consumi contribuendo quindi alla crescita economica. Il nuovo tratto di strada ferrata diverrà anche il centro logistico internazionale di Angren e zona franca industriale ( PPE ) ” Angren ” regione di Tashkent. L’obiettivo è aumentare il polo industriale intorno al nuovo centro logistico. Un altro polo logistico dovrebbe nascere a Namangan, e sarà lo snodo dell’Uzbekistan per la valle di Ferghana . I volumi del centro di movimentazione delle merci saranno gradualmente portate fino a 4 milioni di tonnellate all’anno.