Ferrovie camerunensi bloccate

54

CAMERUN – Douala 07/03/2014. Il personale della Compagnia delle Opere ferroviarie (Sitrafer), una società della Cameroon Railway (Camarail) ha iniziato uno sciopero a oltranza che ha interrotto il trasporto ferroviario in Camerun.

Infatti, il personale Sitrafer richiede il pagamento di 12 mesi di arretrati di stipendi non pagati e il rispetto degli impegni presi a maggio 2013 dopo un precedente sciopero; Yaounde, capitale dello Stato è paralizzata da 48 ore. Questa interruzione, sia nel traffico merci che passeggeri, ha avuto un grande impatto sulla Camarail che ha promesso di «pagare in conformità con i termini il contratto», dicendo che «durante il 2013 ha pagato a Sitrafer circa 363 milioni per i lavori in essere». Gli azionisti di riferimento di Camrail sono la Bolloré Africa Logistics attraverso Sccf (77,4 %), lo Stato del Camerun (13,5 %), Total Camerun (5,3%) e il Sebc (Thanry – 3,8 %). Il traffico passeggeri servito da Camarail arriva a 1,4 milioni di passeggeri all’anno e 1,6 milioni di tonnellate di merci. La linea servita da Camarail, la Transcameroon Camerun (Transcam) è lungo 517 km ed è divisa in tre linee: Transcam I (Douala – Yaoundé, 262 km), Transcam II (Yaoundé – Ngaoundere 662 km) e la Linea West (Douala – Mbanga: 74 km , Mbanga – Kumba: 27 km).