Cavallette minacciano i raccolti in Magreb e Sahel

49

SAHEL – Kiffa – Secondo quanto indicato dall’organizzazione delle Nazioni Unite FAO, i Paesi del del Magreb e del Sahel sarebbero a rischio di invasione di cavallette. In modo particolare, sono stati avvertiti i governi di Algeria, Mauritania, Marocco e Libia. Secondo quanto affermato dai responsabili della FAO per la regione, alcuni sciami sarebbero stati osservati in Ciad, mentre altri si starebbero formando in Mali e in Niger.

 

Basandosi sui dati degli anni precedenti, gli sciami si formerebbero di solito in quei tre Paesi per poi dirigersi verso nord e in particolare l’Algeria, la Libia, il sud del Marocco e il nord ovest della Mauritania. Le piogge abbondanti degli ultimi mesi avrebbero favorito la riproduzione degli animali e secondo la FAO la popolazione di cavallette si sarebbe moltiplicata per 250.

Fonti della FAO hanno indicato che la situazione può essere controllata in Ciad e in Niger, mentre i problemi di sicurezza in Mali complicano il monitoraggio della situazione. Si rende necessario in tutte le zone indicate lo spargimento di pesticidi, ma i Paesi mancano di mezzi per la loro distribuzione.