Cipro via dall’euro, lo dicono gli olandesi

42

OLANDA – Amsterdam. Secondo un sondaggio fatto in Olanda, Cipro dovrebbe lasciare la zona euro, anche se il salvataggio di Cipro costerebbe molto meno del salvataggio della Grecia. La maggior parte degli olandesi il 56% secondo un sondaggio condotto dalla sondaggista Maurice de Hond direbbe volentieri addio a Cipro.

Dopo tutto questo come scritto su questa testata (AGC COMMUNICATION – Euro:t’amo, t’odio) comincia a diventare di senso comune che la l’europa debba dividersi, economicamente, per tornare a correre. Anche perché il clima di austerità imposto ai cittadini europei comincia a essere claustrofobico.
Il dato diviene significativo non solo per il contenuto ma perché è stato pubblicato proprio quanto il ministro delle Finanze olandese Jeroen Dijsselbloem si prepara a incontrare altri ministri delle finanze della zona dell’euro per discutere di un eventuale salvataggio per l’isola del Mediterraneo. Come se fosse un messaggio sul da farsi al ministro. Il sondaggio ha anche rivelato che la maggior parte dei sostenitori del partito sociale a cui appartiene il ministro Dijsselbloem vogliono salvare Cipro dal fallimento.

 

La domanda su Cipro faceva parte di un sondaggio di opinione più ampio sui partiti politici nei Paesi Bassi, dove il governo di centro-destra partito liberale e il partito social democratico laburista ha vinto un totale di 79 seggi talle elezioni nel mese di settembre dello scorso anno.
Ma il sondaggio ha mostrato che il supporto da allora è cresciuta per le parti fortemente euroscettici come i socialisti e il Partito liberale. Ciò riflette la frustrazione diffusa a dolorose misure di austerità viene spinto attraverso nel paese.