Terminata ML-14

51

ITALIA – Roma 25/10/2014. Conclusa l’Esercitazione dell’Unione Europea, iniziata lo scorso 30 settembre scorso, denominata Multi-Layer 2014. Organizzata dall’European External Action Service (EEAS) allo scopo di valutare le capacità di gestione di situazioni di crisi utilizzando congiuntamente strumenti civili e militari in possesso alla UE.

Il 23 ottobre, nel corso del Distinguished Visitors Day, rappresentanti dell’EUMS (European Union Military Staff), del CMPD (Crisis Management And Planning Directorate) e del CPCC (Civilian Planning and Conduct Capability) hanno illustrato gli obiettivi dell’esercitazione si riproponeva. Sono stati, inoltre, descritti i risultati conseguiti nelle pianificazioni che per la parte militare sono state svolte in parallelo dall’Italia, a Roma, presso l’IT EU OHQ (Italian European Union Operational Headquarter) e dal Comando proiettabile Belga (BE (F) HQ a Leopoldsburg. La pianificazione delle componenti civili, invece, ha avuto luogo presso il Civilian Planning and Conduct Capability (CPCC) a Bruxelles.
Il Gen. C.A. Marco Bertolini, Comandante del Comando di vertice Interforze. Dopo aver rivolto il suo saluto ai presenti ha sottolineando che l’aver razionalizzato il processo decisionale e aver integrato tutte le funzioni operative sia stato fondamentale per rendere l’Unione Europea più capace ed in grado di rispondere meglio all’insorgere di crisi o conflitti nel prossimo futuro.
Nel presentare i cardini della missione militare e gli obiettivi raggiunti, anche l’Ammiraglio di Divisione Alessandro Piroli, Comandate il IT EU OHQ ha sottolineato l’importanza dell'”approccio globale – comprehensive approach” con risorse militari e civili, mantenuto in tutta la fase di pianificazione e la bontà della modalità decisionale d’urgenza “fast track”, prevista dalle procedure di gestione delle crisi approvate in ambito Unione Europea nel luglio del 2013.
Il Quartier Generale Operativo dell’Unione Europea (IT EU OHQ) è situato presso aeroportuale del comprensorio militare di Roma Centocelle. Dispone di 70 stanze attrezzate con postazioni di lavoro e che coprono un’area di 3700 metri quadrati, capaci di ospitare gli oltre 200 membri dello staff, provenienti da 12 paesi dell’Union Europea.

alessandra.mulas@gmail.com