Etiopia candidato Eiti

62

NORVEGIA – Oslo 19/03/2014. Il consiglio di amministrazione dell’Extractive Industries Transparency Initiative (Eiti) ha approvato la candidatura dell’Etiopia per il suo standard globale sulla gestione trasparente delle risorse di petrolio, gas e minerali.

Lo ha annunciato la stessa organizzazione il 19 marzo. Ora come candidato, il paese dell’Africa orientale ha tre anni per raggiungere la conformità con lo standard Eiti, che è una iniziativa globale per incoraggiare i governi a gestire meglio i ricavi delle risorse naturali. Lo Human Rights Watch aveva chiesto al consiglio all’Eiti di respingere la richiesta di adesione dell’Etiopia, dicendo che il governo doveva eliminare le restrizioni sulle libertà della società civile.

«Nelle sue discussioni, il Consiglio Eiti ha sottolineato l’ importanza di garantire l’impegno sui diritti della società civile negli sforzi del governo dell’Etiopia per conformarsi agli standard Eiti», si legge nel sito Eiti, che ha sede a Oslo. Un tentativo precedente era stato fatto dall’Etiopia nel 2010 ma era stata respinta.