Estate 2013. Nuova missione spaziale cinese

43

CINA – Pechino. La prossima missione spaziale della Cina, con equipaggio, verrà lanciata tra il giugno e l’agosto 2013.

La missione con a bordo tre astronauti prevede l’aggancio ad un modulo spaziale sperimentale, ultima parte di un ambizioso progetto di Pechino di costruire una stazione spaziale.

La Shenzhou 10 e il suo equipaggio verranno lanceriate da un sito remoto nel deserto del Gobi per poi attraccarsi al modulo Tiangong 1 (Palazzo Celeste), riporta la Xinhua.

Gli astronauti cinesi hanno effettuato un attracco al modulo per la prima volta nel giugno 2012.

Le esercitazioni di rendezvous e attracco tra i due mezzi sono un ostacolo importante da superare per acquisire le competenze tecnologiche e logistiche utili a gestire un laboratorio nello spazio che possa ospitare astronauti per lunghi periodi.

La Cina è ancora lontana dal mettersi al passo con le superpotenze spaziali come gli Stati Uniti e la Russia. Il Tiangong 1 è, di fatto, un banco di prova, non è assolutamente il punto di partenza per la costruzione di una stazione spaziale.

Ma la missione dell’estate 2013 costituirà l’ulteriore dimostrazione dell’ abilità cinese nello spazio e sarà fatta con vincoli di bilancio e priorità economiche mutevoli; una situazione che ha bloccato gli Usa nei voli spaziali con equipaggio.

Si tratterà delle quinta missione spaziale con equipaggio realizzata dalla Cina dal 2003, quando l’astronauta Yang Liwei divenne il primo cinese in orbita.

La Cina prevede, nel suo programma spaziale, anche un atterraggio senza equipaggio sulla Luna. Gli scienziati di Pechino valutano la possiiblità di inviare un uomo sulla luna non prima del 2020.