ENERGIA. Non c’è vento in UK e le bollette schizzano alle stelle

180

I prezzi dell’energia elettrica dell’ora di punta nel Regno Unito del 17 gennaio sera alle 18.00 sono saliti al livello più alto in un mese a causa della bassa generazione di energia eolica durante il fine settimana. Il contratto per il prezzo dell’elettricità di slot 5-6 p.m. nel Regno Unito lunedì è salito sopra la soglia di 1.000 sterline per megawatt-ora per restare poi a 1.585 dollari, cioè 1.161 sterline, per MWh, secondo i dati Bloomberg; si tratta del prezzo più alto dal 16 dicembre.

La maggior parte del salto nei prezzi dell’energia è dovuto alla produzione di energia eolica molto bassa nel Regno Unito da venerdì a lunedì. La crisi energetica nel Regno Unito evidenzia le sfide che il paese deve affrontare per alimentare ogni casa con l’eolico nel 2030, come il governo ha promesso alla fine del 2020, riporta Oilprice.

Il Regno Unito punta a diventare un leader globale nell’energia eolica offshore, alimentando ogni casa del paese con l’eolico entro il 2030, ha previsto il primo Ministro Boris Johnson nell’ottobre 2020.

Tuttavia, la chiusura dell’energia fornita dal carbone e l’assenza di rimpiazzi immediati per l’energia nucleare hanno esposto le vulnerabilità del Regno Unito ai capricci del tempo, con inverni freddi che alimentano la domanda di gas naturale e il tempo senza vento che abbassa la produzione di energia eolica.

Venerdì scorso, il gas ha generato il 53,7% dell’elettricità britannica, seguito da nucleare 14,7%, importazioni 9,2%, biomassa 6,9%, vento 6,9%, carbone 3,9%, idroelettrico 3,0%, e solare 1,7%, secondo i dati National Grid Eso. Sabato, il gas ha generato il 51,0% dell’elettricità britannica, seguito dal nucleare con il 15,9% e dal vento con il 10,8%, ha detto l’operatore di rete.

Secondo Bloomberg, i venti sono destinati ad accelerare da martedì, generando più elettricità per il Regno Unito. Nel frattempo, Londra si sta preparando per un grande aumento dei prezzi dell’elettricità e dell’energia nel corso di quest’anno. Milioni di famiglie britanniche potrebbero non essere in grado di pagare le loro bollette nel 2022, specialmente dopo aprile, quando il cosiddetto tetto energetico dovrebbe essere aumentato.

Graziella Giangiulio