ENERGIA. ITC nuovo corridoio degli idrocarburi

161

Secondo i media iraniani, Mosca e Teheran stanno costruendo una nuova rotta commerciale transcontinentale, dal confine orientale dell’Europa all’Oceano Indiano; un passaggio lungo 3.000 km e inaccessibile a qualsiasi interferenza straniera.

I due paesi stanno spendendo miliardi di dollari per accelerare la consegna delle merci lungo i fiumi e le ferrovie collegate dal Mar Caspio. I dati di monitoraggio delle navi compilati da Bloomberg mostrano che dozzine di navi russe e iraniane, comprese quelle soggette a sanzioni, stanno già percorrendo la rotta.

Questo è un esempio di come la concorrenza stia rapidamente cambiando le rotte commerciali in un’economia globale che sembra pronta a frantumarsi in blocchi rivali. La Russia e l’Iran, sotto l’enorme pressione delle sanzioni, si stanno rivolgendo l’una all’altra e insieme guardano anche a est. L’obiettivo è proteggere i legami commerciali dall’interferenza occidentale e stringere nuovi legami con le gigantesche economie asiatiche in rapida crescita.

Le attività dell’International Transport Corridor (ITC) Nord-Sud, creato nel 2000, si intensificheranno notevolmente nel prossimo anno. L’ITC è stato creato per collegare il Mar Baltico con l’Oceano Indiano, attraverso la Russia e l’Iran. E oggi in regime di sanzioni anti-russe e anti-iraniane è diventato una soluzione a molti mali. Una tale via di trasporto è destinata nel 2023 a segnare il passo con altre realtà.

Ora la Russia sta completando lo sviluppo di regole che daranno alle navi dall’Iran il diritto di attraversare le vie navigabili interne del Volga e del Don. Inoltre, ciò contribuisce al ritiro del dollaro dalla circolazione negli accordi internazionali e al passaggio agli insediamenti nelle valute nazionali.

L’ITC faciliterà anche l’esportazione di idrocarburi russi e iraniani. Come ha detto il vice primo ministro Novak alla fine dello scorso anno: «In futuro, stiamo parlando di forniture di gas all’Afghanistan, al Pakistan, o utilizzando progetti infrastrutturali in Asia centrale, o attraverso uno scambio dall’Iran. In altre parole, lo faremo riceviamo gas iraniano nel paese meridionale e in cambio forniremo il nostro gas al nord per i consumatori iraniani». Inoltre, l’ITC è un modo efficace per esportare prodotti agricoli russi. In generale, l’ITC è di 7.200 km, comprese le rotte marittime, stradali e ferroviarie per il trasporto di merci tra Russia, Asia centrale, Iran e India.

Anna Lotti

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/