ENERGIA. Emirati nucleari

38

Gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato l’avvio di una centrale nucleare, la prima del suo genere in un paese arabo. Il rappresentante del Paese presso l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, Aiea, ha annunciato l’avvio della centrale nucleare di Barakah ad Abu Dhabi il 1 agosto: «Il primo reattore nucleare degli Emirati Arabi Uniti presso la centrale nucleare di Barakah ha raggiunto la prima criticità ed è stato avviato con successo. Si tratta di una pietra miliare storica per la nazione, con la visione di fornire una nuova forma di energia pulita per la nazione», ha twittato Hamad Alkaabi.

Le operazioni commerciali del reattore costruito in Corea del Sud inizieranno alla fine di quest’anno e, secondo la National, forniranno energia alle case e agli affari del Paese. Gli Emirati Arabi Uniti hanno originariamente annunciato l’intenzione di perseguire l’energia nucleare nel 2008. È solo il secondo Paese del Medio Oriente a farlo con successo, dopo l’Iran, riporta Middle East Eye.

Mohammed bin Rashid, il sovrano di Dubai e vice presidente degli Emirati Arabi Uniti, si è congratulato con il sovrano di Abu Dhabi, Mohamed bin Zayed, per il successo dell’avvio dell’Unità 1 dell’impianto: «L’obiettivo è quello di far funzionare quattro centrali nucleari che forniranno un quarto del fabbisogno energetico del Paese in modo sicuro, affidabile e senza emissioni. Gli Emirati Arabi Uniti hanno diviso l’atomo e vogliono esplorare la galassia. Il nostro messaggio al mondo è che gli arabi sono in grado di riprendere le loro ambizioni scientifiche e di competere con il resto delle grandi nazioni. Niente è impossibile».

La centrale nucleare di Barakah si trova ad Al Dhafra, a circa 53 km a ovest-sud-ovest della città di Ruwais. I quattro reattori nucleari progettati dalla centrale APR1400 forniranno fino al 25% del fabbisogno di energia elettrica degli Emirati Arabi Uniti una volta che saranno pienamente operativi.

La costruzione dell’impianto è iniziata nel luglio 2012, a seguito del ricevimento della licenza di costruzione da parte della Federal Authority for Nuclear Regulation e di un certificato di non obiezione da parte del regolatore ambientale di Abu Dhabi, l’Environment Agency – Abu Dhabi, Ead.

L’impianto di Barakah è una parte importante degli sforzi degli Emirati Arabi Uniti per diversificare le proprie fonti energetiche e fornirà energia, riducendo le emissioni di carbonio. Quando sarà pienamente operativa, la centrale nucleare di Barakah dovrebbe far risparmiare agli Emirati Arabi Uniti fino a 21 milioni di tonnellate di emissioni di carbonio ogni anno, equivalenti alla rimozione di 3,2 milioni di auto dalle strade.

Lucia Giannini