Emirates non sorvola l’Iraq

139

EMIRATI ARABI UNITI – Dubai 28/7/2014. Sir Tim Clark, presidente di Emirates Airlines, ha annunciato che la compagnia aerea non avrebbe più permesso che i propri aerei sorvolino l’Iraq.

La decisione è una reazione all’evento del volo Malaysian Airlines MH-17 e alle preoccupazioni della compagnia sulla presenza dei militanti Isis nel nord dell’Iraq che è in possesso di sistemi missilistici terra-aria dopo aver catturato gli arsenali siriani. Clark ha affermato che: «Gli orrori che abbiamo visto sono stati un calcio nel petto per tutti noi. Tuttavia dopo esserci passati attraverso dobbiamo affrontarla e andare oltre».
Entro i prossimi dieci giorni, Emirates emetterà nuovi piani di volo per le rotte che passano sull’Iraq. Si prevede che queste nuove rotte possano aggiungere fino a un’ora nei tempi attuali di volo. Nel frattempo, la compagnia aerea australiana Qantas ha detto che in base alle sue ultime valutazioni di sicurezza non ha intenzione di interrompere il sorvolo dello spazio aereo iracheno sulla tratta Dubai-Londra».