Estonia, 165 stazioni elettriche

35

ESTONIA – Tallinn. Saranno sufficienti 30 minuti per “fare il pieno” alla propria auto elettrica in una delle 165 postazioni di ricarica veloce appena istallate in Estonia. Lo stato baltico vanta infatti il primato avere battuto tutti sul tempo nell’approntare un’efficiente rete di approvvigionamento energetico per i veicoli a propulsione elettrica circolanti sul proprio territorio.  

 

Si tratta di stazioni di servizio con caricatori a corrente continua, costruiti appositamente dalla multinazionale svizzera ABB, capaci di ricaricare i blocchi delle attuali auto elettriche in 15 o 30 minuti, in luogo delle 8 ore normalmente richieste per una ricarica completa tradizionale.

I caricatori sono stati posizionati nelle aree urbane con più di 5000 abitanti, nonché lungo le arterie maggiormente trafficate che traversano la modesta superficie estone; ingenerando pertanto la più intensa percentuale di stazioni di ricarica a corrente continua presente sul territorio di uno stato europeo. Sulle autostrade, ad esempio, sarà possibile incontrare una postazione ogni 60 km, condizione essenziale per evitare, allo stato attuale della tecnologia, che i veicoli elettrici restino senza energia prima di giungere a destinazione.

L’esperimento incoraggerà l’uso di auto pulite, e la sua potenziale creazione di un precedente potrà fungere da volano anche per le economie dei trasporti degli altri paesi dell’Unione europea. Per supportare l’innovazione, il governo estone ha inoltre previsto sussidi fino al 50% dell’importo per l’acquisto di veicoli elettrici, rendendo agevole la scelta dei cittadini estoni nel passare alla propulsione elettrica, come sottolineato dal ministro dell’ambiente Keit Pentus-Rosimannus. Dello stesso avviso, sembrerebbe essere anche il governo del Regno Unito, che ha recentemente annunciato lo stanziamento di 37 milioni di sterline per istallare caricatori rapidi a corrente continua presso abitazioni, stazioni di servizio e lungo le principali arterie del traffico su gomma britannico.