Atlantico un trattato economico per la crescita

42

BELGIO – Bruxelles 15/06/13 Con l’odierna decisione del Consiglio sulle direttive del mandato negoziale da conferire alla Commissione Europea, quest’ultima ha ottenuto l’autorizzazione a implementare per conto dell’Unione il negoziato bilaterale sulla regolamentazione degli scambi con gli Stati Uniti.

 

Il fine del mandato, ottenuto con delibera intergovernativa, è quello di accrescere commercio e investimenti tra le due aree, disvelando il potenziale di un’effettiva zona economica bipartita. L’accordo tra le sponde dell’Atlantico, dovrebbe creare impiego e crescita, consentendo un migliore accesso al mercato statunitense, tramite un processo di armonizzazione legislativa, capace di sviluppare progressivamente gli standard globali.

Le direttive negoziali delineano tematiche e obiettivi del dialogo, suddividendosi principalmente in tre pilastri: l’accesso ai mercati, la convergenza legislativa e le regole del commercio che permettano di affrontare insieme il mercato globale.

Nella fase attuale, la Commissione sta attendendo l’amministrazione statunitense per dare avvio alle discussioni; si prevede pertanto che, in via pragmatica, i negoziati formali avranno inizio prima dell’estate. Al termine delle trattative, sarà necessaria l’approvazione del Parlamento europeo e del Consiglio, affinché il risultato divenga vincolante per l’Unione.

Nel corso dei negoziati, gli Stati membri e Parlamento europeo saranno in regolare contatto con gli emissari; i primi, direttamente all’interno del Consiglio; l’altro attraverso comunicazioni apposite. A livello di diffusione mediatica, per la buona riuscita dei negoziati, si cercherà invece il consueto compromesso tra riservatezza e trasparenza, necessario a non inficiarne l’esito.