Uzbekistan: pil cresce dell’8,1%

62

UZBEKISTAN – Tashkent. 19/11/14. Il due di novembre il governo uzbeko ha pubblicato i dati sull’andamento economico del paese che sembra non subire contraccolpi dalla crisi economica. Fonte centralasiaonline.com.

«Il prodotto interno lordo (PIL) è cresciuto del 8,1% nei primi tre trimestri del 2014». Ha anche registrato una crescita soddisfacente del commercio internazionale, la produzione e la crescita delle piccole imprese. «Molti paesi in via di sviluppo oggi hanno un deficit pubblico – ha detto il rappresentante del Ministero dell’Economia Mamadali Fattakhov. – Siamo orgogliosi di aver raggiunto un surplus -. Del reddito bilancio dello Stato di quest’anno è stato di circa 0,1% del PIL». E poi ha continuato asserendo: «Tale eccedenza nel prossimo anno [ci permette] di aumentare la spesa pubblica in ambito sociale, ha detto il ministro nonché sostenere le imprese in difficoltà.
Fattakhov ha aggiunto: «Sviluppare e implementare un pacchetto speciale di misure per migliorare corporate lending. Per le imprese non redditizie sviluppare programmi individuali. Così, quest’anno, 119 le imprese non redditizie sono state messe in profitto e sono stati raccolti circa 230 milioni dollari USA di investimenti». Buono anche l’andamento economico dei settori produzione, agricoltura e servizi rispettivamente in crescita dell’8,4%, 6,8% e il 14,7% .
L’Uzbekistan non ha bisogno di continuare ad importare i vari beni e tecnologie. Il governo sta attuando il Programma per la localizzazione della produzione dal 2014 al 2016. Ha detto Fattakhov, notando che quest’anno è stata fatta la sostituzione delle importazioni di quasi 850 milioni di dollari. Per esempio lo zuccherificio ha iniziato ad operare in Angren . Il governo ha anche attirato maggiori investimenti esteri. Fino ad oggi, nel 2014, il paese ha attirato circa 2,1 miliardi di dollari. Stati Uniti (5.000 miliardi) soums di investimenti stranieri, oltre il 20% in più rispetto ai primi tre trimestri del 2013. Il Parlamento, nel frattempo, sta discutendo un progetto di legge “Sulla attività di investimento”, che si riferisce alle misure per la tutela dei diritti e la proprietà degli investitori, e questo può contribuire ad attirare maggiori investimenti, ha detto Nurali Kuziev, rappresentante del Ministero delle Relazioni economiche esterne, investimenti e il commercio (BICE) Repubblica di Uzbekistan. Ma la crescita dell’Uzbekistan si deve anche ai provvedimenti firmati dal Presidente, Islam Karimov volti a migliorare il clima imprenditoriale. Questo ha dato le piccole imprese una serie di privilegi, mentre allo stesso tempo eliminando procedure burocratiche, che impediscono alle piccole imprese e di ridurre la frequenza delle ispezioni da parte dei funzionari. Di conseguenza, la quota di piccole imprese in termini di PIL è aumentato quasi del 53% dal 47%. Sonos tate create 20 000 piccole imprese e 280 000 posti di lavoro a loro, ha detto Fattakhov. A sostegno delle imprese il credito agevolato. Più business significa più entrate, che a sua volta porta ad un aumento dei costi per utenze, aumento di stipendio per i dipendenti pubblici, così come le pensioni. Lo stato di quest’anno, per «la ricostruzione e la costruzione di nuove scuole speso circa 127 milioni dollari»ha detto Fattakhov. E dal 1 ° gennaio, le pensioni e gli stipendi medi sono aumentati di quasi il 16% e 17,7%, rispettivamente.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTregua per Bengasi
Articolo successivoBrent a 70 dollari?